Neve…!? Davvero!!!
Radio Beckwith evangelica

 

Ciao a tutti!!!Neve a Torre Pellice

Ieri, la mattina è iniziata, quasi come sempre, faticando a svegliarmi, ma dopo il bagno, riesco a svegliarmi meglio. Mi ero alzato ed ero andato in bagno, quando ho sentito qualcuno battere alla porta del bagno. Esaminai la situazione ma subito capii il perché. Inês, nel frattempo si era alzata e nell’aprire le tapparelle ebbe la sorpresa che aspettava fin dal primo giorno del nostro arrivo: ”Nevicava”!

Finito di fare il bagno, ho aperto anch’io le tapparelle e ho visto che stava effettivamente nevicando… e anche bene! Come era bello! Per chi non vede nevicare tutti i giorni è, senza dubbio, un bello spettacolo da vedere… e non si paga! È stata un’ottima opportunità per cominciare subito a scattare delle fotografie.

Poco dopo ero già ritornato alla mia vita solita di tutte le mattinate e già riposavo di nuovo gli occhi (torno a farmi un sonnellino , dal momento che tra le 9,00 e le 10,00, ora in cui inizia la lezione di italiano, non c’è molto da fare o per lo meno, pensando al freddo che fa fuori della porta non si ha ancora voglia di fare molto. Per questo, in Febbraio, poiché al mattino, fuori è ancora tutto gelato, si preferisce rimanere in casa.

Come sempre Agostino, il nostro insegnante d`Italiano, è arrivato all’ora stabilita e alle 10 del mattino cominciava la lezione di italiano. Questa volta, Agostino, come già ci aveva detto il giorno precedente, ha portato alcune cose per fare la pastasciutta, per mezzogiorno, quando avremmo finito la lezione. Abbiamo cominciato con “le preposizioni” che ci avevano già distrutto la testa il giorno precedente, ma stamattina Agostino, visto che avevamo trovato troppe difficoltà nell’esercizio che ci aveva assegnato ieri pomeriggio, ci ha fatto fare un esercizio simile ma molto più facile perché, invece di farci lavorare con tutte le otto preposizioni, ci ha fatto lavorare solo con una preposizione e quindi solo con otto ipotesi anziché con sessantaquattro. L’esercizio è andato molto bene e non abbiamo sbagliato nulla, anche perché era veramente molto semplice.

Intanto abbiamo cominciato a scrivere un diario che sarebbe utile per questo blog , visto che Agostino la settimana prima ci aveva suggerito di farlo dicendoci che poi ce lo avrebbe “tradotto/correggere” in italiano (grazie mille Agostino :)). E così facendo, ho unito l’utile al dilettevole ed ora sto scrivendo il diario durante la lezione di italiano. E, intanto, la lezione è finita ed è trascorsa abbastanza bene. Subito dopo era ora di pranzo e, visto e considerato che Agostino ci aveva portato una meravigliosa polpa di pomodoro che era senza conservanti, abbiamo deciso di fare la pasta e di finire la polpa di pomodoro rimasta. Che buon pranzo… gnam…gnam!!!

 

 

A presto…

cjferreira

[divider style=”full-dotted”/]

 

[nggallery id=10]