Nevica per la prima volta
Radio Beckwith evangelica

 

Ciao a tutti! TorrePellice_innevata

 

Giorno #13

Il giorno dopo è la stessa routine: svegliarmi alle 8h00, collocare la caffettiera sul fuoco, prendere il latte dal frigorifero, preparare le fette di pane tostato, ammirare il meraviglioso scenario delle montagne attraverso la finestra della cucina, e aspettare… ma quale non è il mio stupore quando vedo fuori qualcosa di unico, e che probabilmente io ho visto soltanto quando ero molto piccola: NEVE!

Come una bambina piccola, sono corsa in camera mia per cercare la mia macchina fotografica, con la paura che quel fenomeno finisse subito. Ho visto anche che Carlos si era già svegliato e non ho resistito a bussare alla porta del bagno: “Carlos! Nevica!”. Probabilmente ho esagerato un po’ in questa mia reazione, ma la verità è che è molto tempo che non vedevo qualcosa di così bello.

Ogni fiocco di neve era minuscolo, impossibile da prendere e anche da fotografare. Il piccolo merlo che sono solita vedere quasi tutti i giorni sul tetto della casa accanto (supponendo io che sia sempre lo stesso) in questo giorno ha approfittato per rinfrescarsi con la neve bagnata.

Molte persone pulivano le loro macchine. Qualche cosa a cui gli abitanti di queste zone già sono abituati, ma per i miei occhi questo era una novità assoluta.

Ho vestito la mia giacca, temendo il freddo che potrebbe esserci fuori. Torre Pellice si è svegliata vestita di bianco e ho voluto fotografare tutti i dettagli che ho visto. Io ero come una bambina con gli occhi fissi al cielo – al punto che la batteria della macchina fotografica non è durata molto 🙂

Di pomeriggio, camminando verso la radio, abbiamo visto più panorami coperti di neve. Le vie per le quali passiamo tutti giorni erano quasi irriconoscibili. Tutto era coperto. Un bel panorama e, di nuovo, impossibile da descrivere.

 

A presto!

Inês

 

 

 

[nggallery id=14]

 

 

 

  Ciao a tutti! TorrePellice_innevata   Giorno #13 Il giorno dopo è la stessa routine: svegliarmi alle 8h00, collocare la caffettiera sul fuoco, prendere il latte dal frigorifero, preparare le fette di pane tostato, ammirare il meraviglioso scenario delle montagne attraverso la finestra della cucina, e aspettare... ma quale non è il mio stupore quando vedo fuori qualcosa di unico, e che probabilmente io ho visto soltanto quando ero molto piccola: NEVE! Come una bambina piccola, sono corsa in camera mia per cercare la mia macchina fotografica, con la paura che quel fenomeno finisse subito. Ho visto anche che Carlos si era già svegliato e non ho resistito a bussare alla porta del bagno: “Carlos! Nevica!”. Probabilmente ho esagerato un po' in questa mia reazione, ma la verità è che è molto tempo che non vedevo qualcosa di così bello. Ogni fiocco di neve era minuscolo, impossibile da prendere e anche da fotografare. Il piccolo merlo che sono solita vedere quasi tutti i giorni sul tetto della casa accanto (supponendo io che sia sempre lo stesso) in questo giorno ha approfittato per rinfrescarsi con la neve bagnata. Molte persone pulivano le loro macchine. Qualche cosa a cui gli abitanti di queste zone già sono abituati, ma per i miei occhi questo era una novità assoluta. Ho vestito la mia giacca, temendo il freddo che potrebbe esserci fuori. Torre Pellice si è svegliata vestita di bianco e ho voluto fotografare tutti i dettagli che ho visto. Io ero come una bambina con gli occhi fissi al cielo – al punto che la batteria della macchina fotografica non è durata molto :) Di pomeriggio, camminando verso la radio, abbiamo visto più panorami coperti di neve. Le vie per le quali passiamo tutti giorni erano quasi irriconoscibili. Tutto era coperto. Un bel panorama e, di nuovo, impossibile da descrivere.   A presto! Inês   [youtube]http://www.youtube.com/watch?v=eY5b-wEUdUo[/youtube]     [nggallery id=14]