Una giornata di tre giorni a Torino
Radio Beckwith evangelica

Venerdi scorso sono andato a Torino per passare un fine settimana. In tre giorni sono sicuro di avere fatto più di 20 chilometri a piedi, non ho utilizzato nessun trasporto pubblico, ho visitato alcuni musei e mangiato tre kebab. Detto questo, posso dirvi che: conosco le strade più interessanti di Torino, ho visto pezzi che pensavo che esistessero solo in Asterix e Obelix e so dove trovare i migliori kebab.

Torino, Augusta Taurinorum in epoca romana, è il capoluogo della regione Piemonte e la quarta città più grande d’Italia con quasi un milione di abitanti. È conosciuta soprattutto per essere la sede della Fiat, della Juventus, per la sua quantità di interessanti musei, per essere centro di un’industria aerospaziale, per aver visto la nascita della Telecom e la televisione pubblica RAI.

Torino divenne capitale d’Italia per tre anni, dal 1861 al 1864, poi, a causa di una crisi, la capitale si è trasferita a Firenze. Torino ha recuperato ed è diventata la seconda più grande città industriale in Italia, dietro solo a Milano.

Due dei principali viali, Via Garibaldi e Via Po, sono carichi di bancarelle di libri usati, di persone e movimento e sono quindi due principali arterie della città. Vicino a questi si trovano altri simboli della città, come il Museo Nazionale del Cinema, il Museo Egizio e il Museo Diffuso della Resistenza, della Deportazione, della Guerra, dei Diritti, della Libertà. Saranno sicuramente i tre più belli e interessanti che ho visitato.

C’erano ancora un paio di cose da vedere, ma un altro fine settimana mi aspetta in modo che tutto possa essere adeguatamente ispezionato. Finora, Torino è bella e consiglio una sua visita.

A presto. Ti voglio bene!