Segn/Ali Radio – 29 novembre 2016 – Lo spazio profondo metamorfico
Radio Beckwith evangelica

Eravamo militanti in cerca di un pianeta promesso. Eravamo cristalli siamo stati per un certo periodo dei virus… le nostre parole non erano intonate, non ricevevano le giuste consonanze, erano come ibernate. Una volta assunta la sostanza, si sono moltiplicati gli elefanti rosa, la vita in rosa, le rosee previsioni, l’estate in rosa, la rosa dei venti, la rosa di scelte. Tutto immensamente rosa in un continuum che è la rivendicazione del diritto allo spazio profondo metamorfico come elemento digiustizia sociale, anche se i buoni-pasto-nudi che vogliono sfamare la fame nel mondo hanno le loro ragioni e non tengono conto degli effetti lunatici della super-luna… Make the Moon Great Again! È l’originale motto con cui ci lanciamo in questo atto di follia militante. Per poi scoprire alla fine che siamo tutti delle blatte, esseri bellissimi che vivono (nel)le profondità della terra. Noi ci dissociamo innanzitutto da noi stessi, prendiamo le distanze da ciò che avremmo voluto dire, il mondo del 21° secolo è schizoide, ma ogni cosa, danzando, andrà al suo posto, come ci ricordano i Radiohead. [AVVERTENZA: chi si dissocia, per qualsiasi ragione, da questo ascolto, assuma subito la Normalina. Chi si senta perfettamente d’accordo, idem].

 

Ascolta il podcast della puntata