Anche i richiedenti asilo e rifugiati accolti dalla Diaconia Valdese nei progetti SPRAR, in quelli con la Prefettura e arrivati con i corridoi umanitari si sono impegnati volontariamente in val Chisone per rimediare alle conseguenze dell’alluvione del 24-25 novembre nel pinerolese.

Lunedì 5 dicembre un gruppo di una decina di persone tra siriani, nigeriani e gambiani insieme ai volontari italiani ha liberato dalla sabbia un carroponte della ditta Palmero a Brandoneugna a Perosa Argentina.

Continua a leggere su Riforma.it

Continua a leggere su Riforma.it