Puntata sismica questa che state per ascoltare. La redazione di Segn/Ali lancia un messaggio di speranza e di sostegno alle persone colpite dai recenti terremoti, poi allarga ed espande la coscienza mediante l’uso di sostanze a noi congeniali (dubbi, dissociazioni, associazioni, parole, silenzi). La scossa è un cambiamento? Il cambiamento è in meglio o in peggio? La scossa è una crisi dalla misteriosa etimologia? La crisi è una frattura o un’opportunità? O entrambe le cose? Prevenzione e rispetto delle regole sono una questione di legalità o forse hanno più in generale a che vedere con la cura? Quest’ultima passa attraverso provvedimenti ed interventi o abbisogna di contemplazione, ritualità e silenzio? Il silenzio forse è indispensabile anche per chi soccorre le vittime della crisi, là dove un minimo gesto o suono può essere decisivo per salvare una vita umana. Ma forse siamo tutti chiamati ad ascoltare questa necessità, senza aspettarci che i terremoti non avvengano, imputandoli di essere socialmente pericolosi. Ne parliamo anche con il fuoco giapponese della monnalisa, donna misteriosa e di certo non conformista. [ERRATA CORRIGE: la data del concerto all’associazione Arcobaleno annunciato in questa puntata è giovedì 15 e non venerdì 16 dicembre].

 

Ascolta il podcast della puntata