Segn/Ali Radio del 7 febbraio: ma sarà poi vero che il nuovo residente della casa bianca, ha una casa tutta d’oro, posate d’oro, un barbecue all’americana alimentato da diamanti, bistecche di carne umana con vista sull’oceano della massa adorante, che lo adora per la sua ricchezza? E noi chi siamo? I figli della servitù o passeggeri occasionali su questo mondo? Ci anima l’invidia, la scepsi, l’amore o la fascinazione per certi stati di coscienza che ci illuminano con un po’ di mistero, variopinto come l’Arcobaleno senza scopo di lucro? Una cosa è certa: tutti gli statunitensi (300 e rotti milioni) abitano in ville dorate in cima a grattacieli splendenti, e gli indiani – di passaggio anche da queste parti – dovrebbero colmarsi, se no li spediamo nello spazio a dare una mano agli psichiatri che curano gli astronauti svogliati male dall’ibernazione e con grossi problemi sentimentali. Naturalmente prendendo tutti la Normalina, che pure il nostro compagno sedicente nuovo premio Nobel Bob è venuto a ritirare in via Virle 21. Che dire?  Di bombaroli cavalli selvaggi emuli di Nobel ce ne sono troppi rinchiusi nelle psicoriserve in tutti noi [AVVERTENZA: questo ascolto è ooooooo oooo eeeeee dalla video-polizia psichiatrica suwww.segnaliblog.wordpress.com].

 

Foto via Pixabay