DUMBO: Down Under the Manhattan Bridge Overpass.
Sotto il ponte di Manhattan.
Siamo a New York, non nel film disneyano.
Dimenticate l’elefantino e immergetevi in quella che sarà una passeggiata nella zona di New York che costituisce il lato gustoso della Grande Mela che aspetta di essere assaporata in tutte le sue sfaccettature legate al mondo dell’arte contemporanea, della letteratura, del design e ovviamente della musica. Non la solita New York ma un mondo da osservare, annusare, sfiorare con mano e finalmente assaporare al ritmo della Black Music con del groove che mixa il Funk, il Soul, l’R’n’B, l’Hip Hop. Abbiamo visto New York in tanti modi e grazie a tutti i media. Ogni puntata avrà una durata massima di 50 minuti e non sarà dedicata a uno specifico argomento ma, come in una passeggiata tra i vari isolati, si strutturerà con tanti stimoli e tante sfaccettature che si andranno a mixare alla sua colonna sonora, creando un ideale fil rouge tra musica, letteratura, arte contemporanea, design e costume.

Tra il Manhattan e il Brooklyn Bridge, c’è un quartiere che dalla fine degli anni Novanta in conseguenza del continuo crescere dei prezzi degli appartamenti di SoHo, Chelsea e del Greenwich Village, DUMBO divenne sempre più popoloso mostrandosi agli occhi degli artisti come laboratorio ideale per le loro creazioni diventando cuore pulsante della nuova arte contemporanea. Il quartiere si sviluppò a fine Ottocento come zona industriale con magazzini e fabbriche di ogni genere ma a metà del secolo scorso, a causa di un irreversibile processo di deindustrializzazione, iniziò a diventare zona residenziale attirando artisti e ragazzi che cercavano loft ampi e poco costosi rispetto a Manhattan.

Interessante l’origine del nome: Jerry Seinfeld usò un gioco di parole in una sua serie TV omettendo la parola “overpass” ottenendo così “Dumb” (in inglese: stupido, sciocco), cosa che non piacque agli abitanti della zona che decisero di aggiungere l’ultima vocale.
Il quartiere nacque intorno al 1890 sotto il nome di Fulton Landing e all’inizio era una zona industriale con magazzini e fabbriche di macchinari, carta e detersivi. Durante la deindustrializzazione cominciò a diventare una zona residenziale, catturando l’attenzione di artisti e ragazzi che cercavano loft ampi e poco costosi, cosa che Manhattan non offriva. Verso la fine degli anni Novanta, in conseguenza del continuo crescere dei prezzi degli appartamenti di Manhattan, DUMBO divenne sempre più popoloso.
Dumbo ha la più alta concentrazione di attività legate alle nuove tecnologie in tutta New York, oltre il 25% ha sede qui in quello che è un vero e proprio incubatore di idee creato dalla città e dalla New York University in uno spazio urbano di soli dieci isolati che dà lavoro a oltre diecimila persone.

Il ponte di Brooklyn è probabilmente il ponte più famoso di New York, e anche una delle sue attrazioni più popolari. E’ stato costruito nel 1883 e fu il primo ponte a consentire il passaggio attraverso l’East River tra Brooklyn e Manhattan, quando Brooklyn era ancora una città indipendente. Il ponte di Brooklyn è uno dei più antichi ponti sospesi degli Stati Uniti, al momento della sua inaugurazione era addirittura il ponte sospeso più lungo del mondo. In effetti, era così lungo che la gente dubitava della sua resistenza. Al fine di dimostrare che il ponte era sicuro, un circense condusse un branco di 21 elefanti lungo tutto il ponte di Brooklyn! Al giorno d’oggi, il ponte di Brooklyn è considerato uno dei grandi successi di ingegneria del 19esimo secolo. Le sue magnifiche torri in mattoni e gli archi gotici sono stati soggetti di molte fotografie e questi sono anche presenti in film come The Avengers, The Dark Knight Rises e Io Sono Leggenda.

 

Mentre siete a New York, assicuratevi di visitare questo ponte camminandoci sopra e osservandolo specialmente al tramonto. Il modo migliore per raggiungerlo è quello di prendere la metropolitana alla stazione di York (la linea F) a Brooklyn. Da qui si può facilmente raggiungere a piedi la passerella pedonale del ponte di Brooklyn e passeggiare verso Manhattan per godersi un panorama spettacolare. Assicuratevi di portare una macchina fotografica o il vostro smartphone, così da fotografare lo splendido skyline di Manhattan, il fiume Hudson, la Statua della Libertà e, naturalmente, il ponte di Brooklyn stesso.

Il ponte di Manhattan è un ponte sospeso un po’ più moderno, essendo stato costruito nel 1909. É stato l’ultimo dei tre ponti costruiti sull’East River inferiore, il secondo è il Ponte di Williamsburg. L’ingresso per il ponte di Manhattan si trova a Chinatown, ed è caratterizzato da un magnifico arco trionfale e un colonnato.Il Ponte di Manhattan dispone di una passerella pedonale indipendente, nonché di una pista ciclabile, il che rende comodo attraversare il ponte sia a piedi che in bicicletta. Da qui avrete una splendida vista sul ponte di Brooklyn e sullo skyline di Manhattan e potrete anche vedere la Statua della Libertà in lontananza. Tuttavia, a differenza del ponte di Brooklyn, sul Ponte di Manhattan corrono i binari della metropolitana. Ciò significa che attraversare il ponte a piedi o in bicicletta può essere piuttosto rumoroso. Si può anche scegliere di attraversare il ponte prendendo una delle quattro linee della metropolitana: B, D, N o Q. Se prendete le linee B o D in direzione di Manhattan, avrete anche la possibilità di vedere l’opera d’arte denominata Masstransiscope, creata da Bill Brand, nella stazione abbandonata di Myrtle Avenue.
Potete vedere lo zootropio sul lato destro del treno poco dopo la stazione di Dekalb.

Catturati dall’energia frenetica e contagiosa della City, troppo spesso ci dimentichiamo che anche in una città come New York è possibile ritagliarsi il proprio spazio e prendersi un po’ di tempo per se stessi.
La nostra camminata per Dumbo non può non passare dai ponti, senza dimenticare i suoi edifici, i locali, i suoi docks e le banchine sull’Hudson, insieme alla colonna sonora pensata per il programma, ore di musica che potrete rivivere grazie alla playlist dedicata su Spotify.

Sulla sponda di Brooklyn, il ponte di Manhattan finisce nel popolare quartiere DUMBO. Il viaggio nella New York di DUMBO inizia da qui.