Ogni anno il 4 aprile le Nazioni unite celebrano la Giornata internazionale per la sensibilizzazione sul problema delle mine. Nell’edizione 2017 a Palazzo Giustiniani, a Roma, si è tenuta la conferenza Mine action: un investimento sull’umanità, organizzata dall’associazione Campagna italiana contro le mine Onlus e dall’Associazione Nazionale Vittime Civili di Guerra.

Quando si pensa alle mine antipersona vengono in mente la guerra in Jugoslavia degli anni Novanta e quella in Afghanistan, cominciata nel 2001 e ancora in corso a intensità variabile, ma il problema non è affatto lontano da noi: la guerra contemporanea, infatti, minimizza le vittime militari e massimizza quelle civili proprio attraverso le “armi sporche”. «È un problema attuale – racconta Giuseppe Schiavello, direttore della Campagna italiana contro le mine – anche perché insieme alle mine bisogna considerare le cluster bomb, gli ordini inesplosi e quelli improvvisati».

Continua a leggere su Riforma.it

Continua a leggere su Riforma.it
Immagine: Public Domain, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=607018