A margine della Giornata mondiale della consapevolezza dell’autismo, celebrata il 2 aprile, il pinerolese offre spunti per approfondire la riflessione sulle patologie correlate. Venerdì 7 aprile alle 18 a Pinerolo alla Libreria Volare di Pinerolo in corso Torino 44 viene presentato il libro di Maurizio Arduino, Il bambino che parlava con la luce – Quattro storie di autismo. A dialogare con l’autore ci sarà Marco Rolando, direttore del reparto di Neuropsichiatria Infantile dell’ASL TO3 e Giusi Burgio, coordinatrice del Centro Autismo BUM di Pinerolo creato e gestito dalla Diaconia valdese.

Il Bum è nato nel 2016 ed è passato da accogliere una trentina di bambini ai circa 70 di oggi ed entro settembre saranno 95, evidenziando come il fenomeno sia sempre più in aumento. Al Bum lavorano 23 tra operatori e operatrici oltre alla coordinatrice Burgio. «Il Centro – spiega Burgio – offre uno spazio di accoglienza ed attività strutturate che conducono i bambini a portare avanti percorsi volti all’acquisizione di autonomie e abilità sociali e ad avere strumenti per comunicare e per relazionarsi con l’ambiente. I progetti attivati sono realizzati in rete con altri enti in modo da offrire una presa in carico il più possibile globale dei bambini, evitando la suddivisione a spicchi e a settori che è emersa come problematica non sufficientemente efficace nel trattamento di un disturbo così complesso e particolare come quello dello spettro autistico».

Continua a leggere su Riforma.it

Continua a leggere su Riforma.it