Oggi sono arrivati in Italia 67 dei 125 profughi siriani portati in salvo durante questa settimana grazie al progetto dei corridoi umanitari, promosso dalla Comunità di Sant’Egidio e dalla Federazione delle Chiese Evangeliche in Italia e finanziato con i fondi dell’Otto per mille valdese. Ci si avvicina così al numero di 800 persone vulnerabili che hanno evitato uno dei tanti viaggi della speranza che spesso si trasformano in viaggi della morte attraverso il Mediterraneo.

Paolo Naso, coordinatore del progetto Mediterranean Hope e coordinatore della commissione studi dialogo e integrazione della Fcei, ha viaggiato oggi con loro da Beirut.

Continua a leggere su Riforma.it

Continua a leggere su Riforma.it
Immagine: di Nev - Notizie Evangeliche