Ad aprile l’Etna è stato di nuovo in eruzione, una coincidenza che il curatore della mostra Escher a Catania, Marco Bussagli, ha subito notato, visto che proprio Escher era stato affascinato dall’attività del vulcano siciliano durante la sua permanenza sull’isola. La mostra dedicata all’artista olandese ha inaugurato il 19 marzo e si colloca nel suggestivo Palazzo della Cultura, luogo che, come lo stesso Bussagli suggerisce, in qualche modo interagisce con la mostra grazie alle sale un po’ labirintiche e al bellissimo cortile che si apre al visitatore creando un dialogo osmotico con la città. Una mostra che indaga una delle prime fasi del lavoro dell’artista nato a Leeuwarden il 17 giugno del 1898, quella della sua permanenza in Italia. Un percorso che, esplorando il Mediterraneo, l’ha portato anche in Spagna, all’Alhambra, dove prenderà spunto per la fase successiva della sua carriera artistica, quella della tassellazione.

A Catania la mostra rimane aperta fino al 17 settembre.

Continua a leggere su Riforma.it

Continua a leggere su Riforma.it
Immagine: By Hans Conrad Escher; upload by sidonius (talk) 15:19, 12 July 2008 (UTC) - Severin Perrig: Der Traum von einer kanalisierten Welt. Hans Conrad Escher von der Linth und das Linth-Kanalwerk. SJW Schweizerisches Jugendschriftenwerk, 2007., Public Domain, Link