Si conclude una trionfale stagione per l’HC Valchisone, che porta a casa l’ennesimo titolo italiano nel settore giovanile grazie all’impresa dei ragazzi dell’under 18 vittoriosi a Bologna nella poule scudetto, conquistato nella gara contro i padroni di casa. Un bel finale che mette la ciliegina sulla torta a una stagione caratterizzata soprattutto dalla promozione della squadra senior maschile che ha ottenuto, sul campo di casa, la storica promozione in serie A2, dopo averla sfiorata durante la scorsa stagione. L’under 21, invece, si è dovuta accontentare del secondo posto alle spalle della più esperta compagine del Cus Padova, non riuscendo così a bissare il titolo indoor conquistato lo scorso inverno.

L’abitudine a vincere nel settore giovanile e l’ottimo lavoro svolto in questi anni portano dunque i frutti anche nella categoria senior e, al termine di un’intensa “tre giorni” di gare giocate sul proprio terreno di gioco e davanti a un pubblico entusiasta, i ragazzi di Paolo Dell’Anno si sono imposti raggiungendo l’ambito traguardo della promozione che, durante la scorsa stagione, era stato mancato di un soffio. Esordio balbettante per i padroni di casa, fermati sul pareggio da un sorprendente CUS Genova, squadra battuta in più occasioni durante la stagione. Poi, la reazione contro Ragusa, in un incontro a senso unico finito 15-0. L’HC Valchisone arriva carico e determinato all’incontro decisivo contro i sardi dell’HT Uras a cui impone la propria superiorità tecnica e fisica con un 5-2 che non lascia dubbi. Festa grande a Villar Perosa, che conclude un lavoro ben più lungo di una stagione «Molti dei ragazzi che oggi sono qui arrivarono praticamente bambini dieci anni fa e hanno fatto insieme un percorso di crescita sportiva e umana di cui oggi possiamo raccogliere i frutti» racconta il presidente e allenatore Paolo Dell’Anno ai microfoni di Pentathlon, la rubrica sportiva di Radio Beckwith evangelica.

Continua a leggere su Riforma.it

Continua a leggere su Riforma.it