Rasha
Radio Beckwith evangelica

L’associazione Musei d’Arte Contemporanea e la Fondazione Cultura di Noli, hanno inaugurato il 14 ottobre l’esposizione dell’opera Rasha dell’artista Adrian Paci. Si tratta di un video che è stato posto all’interno di una chiesa della cittadina in provincia di Savona.

Una continuazione dell’opera si trova sulla facciata esterna della chiesa: l’associazione ha infatti pensato di estrarre un frame del video, stamparlo su un supporto di tela di 2×3 metri e apporlo dove di solito si possono ammirare immagini e affreschi di carattere sacro. L’impatto è piuttosto forte perché il volto di una donna domina l’ingresso di un edificio sacro cattolico. La donna è Rasha e nel corso della visita si può conoscere la sua storia.

Intanto ne parliamo con Gloria Bovio, presidente della fondazione culturale Noli e curatrice della mostra.

Chi è Rasha?

«Rasha è una donna siriana di 35 anni che è arrivata in Italia grazie ai corridoi umanitari della comunità di Sant’Egidio e della Federazione delle Chiese Evangeliche in Italia, dopo una serie di vicissitudini familiari e di guerra. È una donna palestinese che Adrian Paci ha incontrato nella comunità di Sant’Egidio, ha voluto farle un’intervista e realizzare l’opera che noi esponiamo nella chiesa di San Francesco».

Continua a leggere su Riforma.it