Mais – La puntata dedicata al film «Il senso della bellezza – Arte e scienza al Cern»
Radio Beckwith evangelica

Due giorni di proiezione , 21 e 22 novembre, per il film Il senso della bellezza – Arte e scienza al Cern di Valerio Jalongo. Un dialogo tra arte e scienza, alla ricerca della bellezza, appunto. «Come dice uno degli scienziati del film – racconta Jalongo – c’è una bellezza nell’universo. Una bellezza nascosta nel dialogo tra le forze della simmetria e dell’asimmetria, che ritroviamo anche nell’arte. È stata una rivelazione sull’umanità degli scienziati e sull’aspetto segreto della scienza».

Un film sull’invisibile, su aspetti della fisica quantistica che si fa fatica anche solo ad immaginare, partendo dalla storia e dal presente del Cern. Un viaggio nella scienza in cui l’arte è stata fondamentale. «Ho capito – dice il regista – che c’erano una serie di artisti che combattevano la mia stessa battaglia: come rendere visibile e tangibile ciò che non lo è. Ho messo insieme una squadra di dodici artisti da tutto il mondo che hanno collaborato gratuitamente al film mettendo a disposizione alcune opere o creandone appositamente per il film. La natura credo straordinaria delle immagini del film, si deve anche a questa collaborazione».

Il film è andato molto bene nel primo giorno di proiezione. «Un risultato straordinario» dice Jalongo.

Il menù della puntata

  • Happiness Station tratto dall’ultimo album di Randy Valentine
  • L’intervista a Valerio Jalongo, regista del film Il senso della bellezza – Arte e scienza al Cern, distribuito dalle Officine UBU
  • The promise di Bruce Springsteen nel giorno del compleanno di Steven Van Zandt, chitarra e il mandolino nella E Street Band

Ascolta la puntata