Una nuova fase per la collaborazione tra Asl e Diaconia valdese
Radio Beckwith evangelica

Diaconia valdese e Asl To3 collaborano da molto tempo in Piemonte, ma questa collaborazione ha avuto una rapida accelerata negli ultimi due anni, da quando Flavio Boraso, prima alla direzione dell’Asl To4 di Ivrea, è passato a dirigere l’Asl della val Pellice, val Chisone, val Susa, Pinerolo, Rivoli e Collegno.

«Con il dottor Boraso e con il suo staff si lavora molto bene e ci si capisce al volo», ha spiegato nella trasmissione di Radio Beckwith Tutto Qui Marco Armand-Hugon, referente dei servizi innovativi per la Diaconia valdese. «Ormai sono anni che collaboriamo e firmiamo accordi e allora da lui è venuta la proposta di firmare un accordo quadro. Ed eccoci qui».

L’accordo quadro è il primo che l’Asl To3 firma con un ente ed è stato approvato lo scorso 22 dicembre con il Coordinamento Opere Valli, «istituzione storica del nostro territorio, da sempre caratterizzata dalla vocazione nell’organizzare progetti ed iniziative di informazione, formazione e sostegno dedicate da anni alle fasce più fragili della popolazione», scrive il comunicato stampa dell’Asl To3.

La collaborazione in questi anni si è svolta soprattutto su progetti dedicati alle aree critiche come le malattie neurodegenerative, le problematiche della salute mentale e delle dipendenze, cercando di unire le forze nella gestione complessiva della sofferenza umana sia dal punto di vista clinico che etico. Così, è stato deciso di rafforzare la collaborazione allargando l’orizzonte comune delle attività di presa in carico globale delle fasce più fragili della popolazione mettendo al centro dell’attenzione non solo il malato ma anche la sua famiglia, unendo e integrando gli sforzi sulla base di un progetto condiviso.

Continua a leggere su Riforma.it