La cavalcata di Pinerolo per Pegasus
Radio Beckwith evangelica

L’hanno ammirata in tanti, in molti l’hanno abbracciata, accarezzata e fotografata anche cavalcandola. Oggi non c’è più ma sono in tanti i pinerolesi che desiderano riaverla in città. Stiamo parlando di Pegasus, la scultura di Carin Grudda che per alcuni mesi ha abbellito Piazza Verdi, nel centro storico di Pinerolo.
Chi è Pegasus? A questa domanda risponde il gallerista Patrik Losano, ideatore della Biennale di Scultura che a settembre ha visto nascere la sua edizione “zero”, un appuntamento che mira a diventare in futuro una bella consuetudine.
Ascolta l’intervista rilasciata da Losano durante il programma di Radio Beckwith Evangelica, Café Bleu.

Nello scorso gennaio le tre opere dell’artista tedesca, Pegasus ma anche Il Volo e Papaghena, sono tornate provvisoriamente nel laboratorio di Carin Grudda prima essere installate in alcuni luoghi simbolo di Sanremo, dove rimarranno fino al 4 aprile.
Nel frattempo la città di Pinerolo vuole riavere, e stavolta per sempre, la tanto amata scultura a forma di cavallo, altro legame con quella che è notoriamente definita la Città della Cavalleria.
Grazie alla campagna di raccolta fondi Adottiamo Pegasus! partita lo scorso 24 gennaio, il Comune di Pinerolo punta ad acquisire l’opera la cui accoglienza da parte della cittadinanza è andata oltre le aspettative della stessa Amministrazione.

Tutti possono dare il proprio contributo all’acquisto di questa scultura in bronzo, basta collegarsi al sito della campagna sulla piattaforma Eppela e seguire le istruzioni.

Continua a leggere su Riforma.it