Polvere di stelle – Rodaggi
Radio Beckwith evangelica

Polvere di stelle del 29 gennaio: ogni motore va rodato a dovere. Anche quello delle astronavi, anche l’uso delle parole. Anche il magnetismo della bussola astrale o quello e l’occhio del contemplante. Occorre cura e responsabilità, perché da queste spesso dipende l’esito del viaggio. Il quale però prevale e domina, essendo il cosmo un teatro di eventi imprevedibili. Occorrono guide e coraggio. Una guida che sappia riflettere – anche con ironia e coraggio nell’ascoltare ciò che dicono le streghe, senza lasciarsi ingannare. Occorre schiettezza e non cattiveria. Occorre sapersi dire e rivelare, anche se dentro di noi, qualcosa brucia. Le cicatrici rimangono il sangue scorre sottostante. Il sale cura la ferita. Ma le lacrime non sono per forza salate,né amare.

Tra le pieghe di questa non spiegazione del mistero: la casa/casata di Bruce Wayne che ricomincia con un nuovo inizio – un reboot cominciato con l’episodio begins evocato il chiave musicale. Un cavaliere oscuro che ci evoca anche l’alchimia tra luce e buio, le due facce di una stessa medaglia.

Un sassofono suonato da un coniglio e un piano suonato da un Duca creano un alchimia che racconta a modo loro di un amore senzamore che però vive di passione. Una guida galattica per autostoppisti che sciogli nodi e mischia idee stravaganti sull’esile filo delle metafore: siamo umani anche quando crediamo di essere post-umani. I veri dominatori del mondo sono i topi (di città, di campagna, di biblioteca) i delfini ci abbandonano, ma non dobbiamo avere panico, perché le isole dell’anima ci aspettano con un nuovo viaggio, tra il battere e il levare del cuore, in un perenne solve et coagula. E se i papaveri hanno riecheggiato nei versi di Zanzotto della scorsa puntata, oggi Ferrari ci fa intuire che il big bang e la glicine fiorita hanno qualcosa in comune.

Ascolta la puntata

Note musicali

Eptuesicus di James Newton Howard &amp Hans Zimmer – dalla colonna sonora di Batman Begins di Cristopher Nolan
Islands of souls di Sting
Loveless love – Duke Ellington e Jonnhy Hodges
Mathar di Dave Pike
Darius Milhaud sonatina per flauto e pianoforte op. 76 – Emanuel Pahud, flauto; Eric Le Sage piano

https://pixabay.com/it/cielo-stellato-star-le-galassie-1654074/