Il sogno di Maselli diventa realtà
Radio Beckwith evangelica

A due anni dalla scomparsa di Domenico Maselli prende corpo a Lucca il suo «sogno ecumenico» con la nascita di un Centro intitolato al pastore, professore e deputato protestante e a Giuliano Agresti, arcivescovo dal 1973 fino alla morte nel 1990. Un anno fa, in occasione di un convegno in sua memoria, Alberto Corsani (l’articolo si può leggere qui) lo annunciava commentandolo con il prof. Paolo Ricca, che osservava: «Lasciare un sogno in eredità è soprattutto una grande sfida per gli eredi che si riuniscono attorno a un suo testo, per la verità assai breve, in cui egli sognava la creazione di un centro ecumenico che “dovrà essere gestito dagli enti locali con pari presenza delle due Chiese”».

Questa impostazione si è realizzata nella iniziativa congiunta della chiesa valdese della chiesa cattolica e del Comune di Lucca, ed è stata presentata sabato 21 aprile proprio nella sede di rappresentanza del Comune, la cinquecentesca Villa Bottini, con gli interventi del sindaco di Lucca Alessandro Tambellini, di don Mauro Lucchesi vicario episcopale per l’ecumenismo, e di Samuele Del Carlo per la chiesa valdese.

Continua a leggere su Riforma.it