Senza l’Europa, i nostri sentieri morirebbero
Radio Beckwith evangelica

La Regione Piemonte ha destinato 37,4 milioni di euro per la manutenzione della rete sentieristica regionale tra il 2000 e il 2020. Si tratta di fondi che arrivano dall’Unione Europea attraverso i Piani di Sviluppo Rurale 2000-2006, 2007-2013, 2014-2020.

Il Piemonte ha 4.408 itinerari, tra quelli ufficialmente censiti dal catasto regionale dei sentieri, per una lunghezza complessiva di 19.795 chilometri. 1272 sentieri si trovano in provincia di Torino, 1048 in provincia di Cuneo con oltre 5 mila chilometri di sentieri per ciascun provincia.

Il sito Piemonte Outdoor offre una panoramica di questo immenso e straordinario patrimonio che ha bisogno di essere curato, manutenuto, ed è funzionale alla crescita turistica ed economica del territorio.

Quest’anno, la Giunta guidata da Sergio Chiamparino, a inizio aprile, ha dato il via libera al bilancio di previsione di quest’anno in cui sono destinati al Fondo Regionale per la Montagna 13 milioni e 312 mila euro. La legge regionale del 2014 stabilisce che l’85% dei fondi venga destinata alle Unioni Montane in proporzione a quattro parametri: il 30% in base al numero di comuni che fanno parte delle Unioni, il 30% in relazione alla superficie, il 10 % in base alla superficie localizzata oltre i 600 metri di altezza, e un altro 30 % in base al personale già impiegato presso le ex comunità montane delle unioni montana.

Continua a leggere su Riforma.it