Il lungo weekend della Giornata Mondiale del Rifugiato a Pinerolo e Cumiana
Radio Beckwith evangelica

La Giornata Mondiale del migrante e del Rifugiato si festeggia ogni anno il 20 giugno. Nel pinerolese sono molti i momenti di riflessione, festa e confronto che coinvolgono la Diaconia Valdese.

Si inizia proprio mercoledì 20 alle 21 con un concerto nel dehor del Caffè della Stazione di Pinerolo con il Collettivo Cantautori Pinerolesi. Giovedì 21 in Piazza Facta (in caso di maltempo nella sala consiliare del Comune di Pinerolo) dalle 17,30 si terrà una Tavola Rotonda per fare il punto sull’accoglienza e l’integrazione e gli inserimenti lavorativi nel territorio. Parlerà l’assessora regionale all’immigrazione Monica Cerutti e verrà raccontata la realtà dell’accoglienza soprattutto nel comune di Pinerolo, anche grazie alle associazioni di volontariato. Racconteranno i loro lavoro anche il Consorzio intercomunale dei servizi sociali, la cooperativa Crescere Insieme che ha progetti di accoglienza a Pinerolo, la Dua Valadda che accoglie migranti in val Chisone e la Diaconia valdese con la relazione del progetto Fast Lane, il progetto di inserimenti lavorativi. In questa occasione sentiremo anche le esperienze delle aziende che hanno assunto e inserito migranti e richiedenti asilo. «Abbiamo voluto dare importanza alla nesso fondamentale che passa tra il lavoro e l’integrazione degli stranieri nel territorio», racconta Monica Onnis, responsabile comunicazione della rassegna Xsone 5.0.

Venerdì 22 si terrà una cena etnica al circolo Arci Stranamore con serata danzante, ma il clou del programma è previsto per il giorno successivo.

Sabato si inizia al mattino dalle 9 alle 13 nuovamente in piazza Facta allestita per l’occasione da gazebo di associazioni di volontariato e organizzazioni del territorio che accolgono migranti e che racconteranno, anche con una mostra fotografica all’aperto in piazza, le esperienze di “buona accoglienza”. Nel pomeriggio, dalle 16 alle 19, in collaborazione con la libreria Volare di Pinerolo, al circolo dei lettori di Pinerolo ci sarà un tavolo letterario con 5-6 autori per raccontare l’integrazione attraverso parole, libri, storie, racconti e musica.

Continua a leggere su Riforma.it