Un binocolo per vedere da vicino una Torre di Libri
Radio Beckwith evangelica

Il manifesto dell’edizione 2018 della rassegna Una Torre di libri raffigura un binocolo: uno strumento che in questo caso diventa anche un simbolo per guardare un po’ più in là, più a fondo.

Useremo quindi un binocolo per andare più nel dettaglio degli appuntamenti organizzati dal 14 al 29 luglio per l’undicesima edizione del festival dedicato ai libri, alla musica, alla cultura.

Stefano Gnone, uno dei organizzatori del festival, spiega che «quest’anno abbiamo voluto cercare un’immagine che potesse rappresentare l’immaginario e la voglia di approfondire, soprattutto in un momento in cui ci sembra che tutto venga toccato con superficialità».

L’inaugurazione di Una Torre di Libri sarà sabato 14 luglio alle 17,30 in piazza del Municipio a Torre Pellice, con Simonetta Agnello Hornby e l’energia incontenibile della Nema Problema Orkestar, che salirà sul palco alle 21,15 aprendo le danze della “mezzanotte bianca” torrese.

Dal 21 luglio e fino al 29 il festival si sposterà ai giardini delle Betulle, in via Roberto D’Azeglio.

Continua a leggere su Riforma.it