Il progetto Mi Fido di Te con le chiese valdesi del I distretto
Radio Beckwith evangelica

La riflessione sulla violenza di genere entra ancora di più nelle chiese valdesi. Il Coordinamento Opere Valli – Diaconia Valdese propone il progetto Mi Fido di Te ai membri delle chiese valdesi del I distretto, per proseguire il cammino di prevenzione e sensibilizzazione.

Il progetto Mi fido di Te si è rivolto in questi anni alle scuole del territorio pinerolese, raggiungendo circa 2500 persone. «Un percorso entusiasmante, quello che abbiamo fatto con i giovani», conferma Paola Paschetto, progettista e ideatrice del progetto. «Ora vorremmo provare a lavorare anche con gli adulti, in particolare con i membri delle nostre chiese valdesi. La base di ogni relazione è la fiducia: il nome del progetto, Mi fido di Te, nasce per mettere l’accento su questo aspetto e con l’idea di riflettere sulle relazioni. I numeri che parlano di violenza di genere non stanno diminuendo: significa che bisogna continuare a parlarne e stare vicini a chi soffre queste situazioni drammatiche».

La riflessione sulla violenza di genere fa parte della vita delle chiese valdesi, come ci racconta il pastore Stefano D’Amore: «Negli anni ci sono state decisioni sinodali, gruppi di lavoro, l’adesione al “posto occupato”, percorsi biblici e liturgici proposti dalla federazione donne. Il tema ci vede coinvolti non solo perché è una questione civile, ma anche da un punto di vista biblico, teologico, di fede. La creazione di Dio avviene sotto l’impronta dell’amore. Dio crea separando con l’obiettivo di  moltiplicare. Nel momento in cui noi questa separazione la usiamo invece per offuscare, violentare e sottomettere gli altri facciamo qualcosa di contrario alla volontà di Dio. Sono felice di questa collaborazione tra Diaconia e chiese del distretto, speriamo che possa diventare un appuntamento continuativo».

Continua a leggere su Riforma.it