«Esplorare nuovi territori» grazie alla lettura
Radio Beckwith evangelica

Alla libreria Claudiana di Roma apre, con l’arrivo dell’autunno, un circolo dei lettori. Proprio stasera 23 settembre, alle 19,30 nei locali di piazza Cavour, parte la nuova iniziativa, pensata e voluta da Rossella Luci e Federica Cane. Federica ne parla ai microfoni di Radio Beckwith evangelica: «Da tempo siamo sollecitate da clienti e amici (e da noi stesse!) a condividere l’esperienza della lettura: questo significa leggere insieme alcuni passi ad alta voce, ma anche condividere le emozioni, i pensieri e le riflessioni a cui la lettura dà adito». 

Valorizzando un locale posto sotto la libreria, finora poco usato ma adatto per il suo carattere raccolto, si è creato uno spazio nuovo dedicato a «una delle gioie della giornata». In genere questo piacere è solitario, osserva Federica Cane, ma «spesso in libreria constatiamo che le persone hanno molto piacere di parlare di ciò che hanno letto: noi per prime, ma anche i clienti, ci lasciamo trascinare dal piacere di comunicare ciò che ci ha colpito in una lettura. Ci piaceva quindi l’idea di creare un momento dedicato al piacere della condivisione». 

I protagonisti saranno i libri e i lettori: non ci saranno quindi interventi di autori, e in un primo tempo ci si concentrerà su testi di narrativa, anche per gli spunti di dibattito dati dallo stile, dal «gusto per la parola bella» che li caratterizza. 

La sperimentazione andrà avanti fino a dicembre (ma la speranza è ovviamente di proseguire) con un libro al mese, il lunedì. Si comincia subito, il giorno dell’inaugurazione, con una chicca. Si tratta, spiega Federica Cane, del romanzo breve dell’autore tedesco Friedrich Christian Delius, Ritratto della madre da giovane, edito da Archinto, «piccola e preziosa casa editrice che pubblica in genere corrispondenze e libri d’arte. Ci piaceva partire proprio da questo libro singolare che comincia e ha tra i suoi luoghi centrali la ex Casa delle diaconesse di Roma, oggi Hotel Casa valdese. La protagonista, una giovane donna tedesca, nel gennaio 1943 parte per una passeggiata dall’hotel in cui risiede, a pochi passi dalla nostra libreria. La giovane aspetta un bambino e il marito è al fronte, si trova quindi in una città in guerra, non sua, il libro offre innumerevoli spunti di riflessione sulla guerra, sul tempo…Nella sua passeggiata attraversa tutto il centro di Roma, fino alla chiesa luterana, dove si reca per ascoltare un concerto di Bach.Èraro trovare in un romanzo tanti riferimenti alla storia protestante cittadina, e anche se questo non sarà un circolo di letteratura protestante, ci sembrava di buon auspicio cominciare da qui».

Per questo primo incontro sono state le libraie stesse a suggerire il libro, ma in futuro, spiega ancora Federica, «chiederemo ai partecipanti di portarne uno, e faremo una lista cercando di soddisfare i vari gusti. Si saprà quindi con anticipo il tema del mese seguente: si potrà arrivare avendo già letto il libro, ma chi per motivi diversi non l’avrà fatto potrà partecipare ugualmente, ascoltare e dire la sua, magari per aver letto altre opere dell’autore, o perché stimolato dalle riflessioni degli altri».

Questo è un modo per «esplorare nuovi territori», conclude la libraia citando una propria esperienza personale: «Proprio grazie a un gruppo di lettura, che ho seguito per molti anni, ho scoperto autori e letto libri che non avrei mai letto, non perché non fossero validi ma perché si cercano libri che in qualche modo ci corrispondono, e non è così comune andare su nuovi territori». Con questa iniziativa, tale è l’auspicio anche per i lettori della Claudiana!

Continua a leggere su Riforma.it
Foto via Riforma.it