A Scuola di Ecumenismo a Piacenza
Radio Beckwith evangelica

Il concetto di dialogo ecumenico è sempre più presente nelle realtà di chiesa. Lo ritroviamo declinato in varie sfaccettature: dalla maggiore conoscenza delle dimensioni spirituali, religiose e culturali attorno a noi, alla condivisione della vita della propria comunità. Significa però anche costruire rapporti di amicizia e fraternità, impostare progetti comuni, affiancando risorse e disponibilità.

A Piacenza è nata una Scuola di Ecumenismo: una serie di incontri con alcuni ministri di culto, provenienti da contesti diversi, che da tempo vivono il dialogo ecumenico e lo sostengono nella loro vita. Tra questi, anche Nicola Tedoldi, pastore della Chiesa evangelica metodista plurisede di Piacenza-Cremona.

L’obiettivo della Scuola di Ecumenismo è portare, nell’arco di due anni, a una maggiore conoscenza reciproca delle diverse chiese e comunità.

«La Scuola di Ecumenismo è un’idea nata durante l’estate scorsa», spiega il pastore Tedoldi. «Un desiderio di tutte e tre le confessioni cristiane. La nostra intenzione è di impostare le serate in modo informale, non vogliamo parlare a livello accademico, ma rispondere a domande e curiosità. Vorremmo mettere insieme una sorta di vocabolario minimo per abituarci a ragionare sulla collaborazione tra cristiani. Abbiamo introdotto il tema con una prima serata, quella dello scorso 23 ottobre, dedicata alle origini del movimento ecumenico, cercando di capire insieme quali sono state le necessità che hanno portato i cristiani a dialogare e progettare insieme. Ricordiamoci anche che l’ecumenismo è da sempre un desiderio dei protestanti, che si sono adoperati per renderlo concreto e vivace».

Per questo primo anno sono stati fissati quattro incontri. Il prossimo, il 20 novembre, metterà in relazione l’ecumenismo con la chiesa cattolica. Il 12 febbraio si parlerà di Dialogo fraterno tra cattolici e ortodossi e infine il 22 aprile di Spiritualità ecumenica.

Tutti gli incontri si svolgono alle ore 18 in vari luoghi di culto di Piacenza: chiesa metodista, parrocchia San Francesco, chiesa ortodossa romena e monastero delle monache carmelitane.