Diari al tempo del virusPagina 34 di 39

L'allerta coronavirus dalla dimensione globale alla situazione in Piemonte
1 Aprile 2020

Tra le prime federazioni a prendere la decisione di

Ai nostri microfoni Marco Pastore, responsabile dell’area rugby di Cus Torino, ci spiega la decisione della federazione di interrompere definitivamente la stagione in corso

Ascolta in Tutto Qui

1 Aprile 2020

La meditazione di oggi, 1 aprile, è di Donato Mazzarella, pastore della Chiesa valdese di Prarostino

Per questo motivo piego le ginocchia davanti al Padre, dal quale ogni famiglia nei cieli e sulla terra prende nome, affinché egli vi dia, secondo le ricchezze della sua gloria, di essere potentemente fortificati, mediante lo Spirito suo, nell’uomo interiore, e faccia sì che Cristo abiti per mezzo della fede nei vostri cuori, perché, radicati e fondati nell’amore, siate resi capaci di abbracciare con tutti i santi quale sia la larghezza, la lunghezza, l’altezza e la profondità dell’amore di Cristo e di conoscere questo amore che sorpassa ogni conoscenza, affinché siate ricolmi di tutta la pienezza di Dio. (Efesini 3, 14-19)

31 Marzo 2020

Si fa strada l’ipotesi di ripartire in autunno

Simone Aversa, tecnico della Torino 81, ci racconta la vita degli sportivi ai tempi della pandemia e prevede lo stop definitivo della stagione

Ascolta in Tutto Qui

31 Marzo 2020

Il direttore generale di AslTo3 Flavio Boraso fa il punto sulla situazione nella nostra regione

Ai microfoni di Tutto Qui Flavio Boraso, appena nominato coordinatore sanitario dell’Unità di Crisi del Piemonte, spiega la situazione dei contagi, le problematiche delle strutture sanitarie e il tipo di cure che si stanno somministrando per il Covid-19

Ascolta in Tutto Qui

28 Marzo 2020

I lavoratori del Piemonte hanno dato vita a un comitato per superare le difficoltà e rivendicare i propri diritti

I lavoratori dello spettacolo del Piemonte si sono costituiti come comitato per far fronte all’emergenza Corona virus che ha messo in ginocchio il loro settore. Ne abbiamo parlato con Elio Balbo

Ascolta in Tutto Qui

27 Marzo 2020

Situazione monitorata e sotto controllo al Rifugio “Re Carlo Alberto” di Luserna San Giovanni, dopo che il tampone effettuato ad un ospite della struttura ricoverato in ospedale, è risultato positivo al coronavirus, come riportato in giornata dalla stampa locale.

«Abbiamo immediatamente attuato le procedure di isolamento del nucleo e di ulteriore protezione delle persone che lavorano – racconta Marcello Galetti, responsabile di struttura – Stiamo facendo esattamente ciò che va fatto in queste situazioni e stiamo usando i dispositivi di protezione che sono previsti dalle normative».

«Stiamo affrontando questa cosa senza sentirci da soli, nel senso che facciamo parte di un’organizzazione più grande, la Diaconia Valdese, che sta attivamente collaborando con noi» prosegue Galetti, che aggiunge «c’è molta solidarietà e molto aiuto concreto».

Nel frattempo la Regione Piemonte ha annunciato questa sera di aver disposto di effettuare il test sierologico a tappeto per tutti i dipendenti e gli ospiti delle oltre 700 case di riposo piemontesi. Sabato mattina saranno campionate le prime due case di riposo per la validazione delle procedure, dopo di che, fatte le necessarie valutazioni di efficacia, si procederà progressivamente su tutte le strutture. 

Abbiamo intervistato Marcello Galetti, responsabile di struttura del Rifugio “Re Carlo Alberto”.

Ascolta