Si aggrava la crisi delle RSA, coinvolta anche la Diaconia Valdese
Radio Beckwith evangelica

La crisi delle RSA del Piemonte, residenze socio assistenziali per anziani, sta continuando ad aggravarsi. Una situazione denunciata da tempo e che ora sta diventando insostenibile. Le cause sono molteplici: gli ultimi rincari legati anche alla situazione internazionale, il perdurare dell’emergenza pandemica, i mancati inserimenti in convenzione e la carenza di personale infermieristico.

Ci sono stati recentemente degli incontri tra Diocesi di Pinerolo, Diaconia Valdese Valli, RSA Pinerolesi, sindaci dei Comuni Pinerolesi, ASL TO3, C.I.S.S, Unione Montana dei Comuni Val Chisone e Germanasca e le organizzazioni sindacali.
E’ stato prodotto un documento da sottoporre alla Regione Piemonte sottoscritto dall’Associazione provinciale cuneese Case di Riposo pubbliche e private, dalle Diocesi di Cuneo, Fossano, Alba, Saluzzo, Mondovì, Pinerolo e dalla Diaconia Valdese Valli.

Ce ne parla Marco Armand Hugon, della Diaconia Valdese