Ospite della quarta puntata lo scrittore, docente di scrittura e performer di stand up comedy Marco Cubeddu.
Ragioniamo intorno al concetto di storytelling e alle storie come la più grande forza costruttiva al mondo ma al tempo stesso la peggiore e più distruttiva.
A condurci, tra gli altri, Emmanuel Carrère e il suo “Propizio è avere ove recarsi” (Adelphi, 2017).

Questi gli ascolti musicali proposti da Marco Cubeddu:
– “Life’ll kill ya”, Warren Zevon
– “Chelsea Hotel no. 2”, Leonard Cohen

La sigla è stata composta e realizzata dal chitarrista Adriano Viterbini.