Su proposta dell’assessora regionale alla Famiglia, Chiara Caucino, la Regione Piemonte stanzia 500mila euro per l’attivazione di un centro di eccellenza per curare i disturbi del comportamento alimentare nei minori, che avrà sede a Biella. I dati mostrano un preoccupante incremento nel numero di minori affetti da disturbi alimentari: in Piemonte, ogni anno, vengono diagnosticati circa 260 nuovi casi di anoressia e circa 450 di bulimia. Il centro in questione, da realizzarsi da parte dell’Asl di Biella, ospiterà dieci posti letto per ragazze tra i 10-14 e i 14-17 anni. Ne ha parlato ai nostri microfoni l’assessora Chiara Caucino

Ascolta l’intervista