Le stazioni chiuse e poi riaperte
Radio Beckwith evangelica

A fine novembre Trenitalia aveva chiuso le sale d’aspetto delle stazioni ferroviarie di Bardonecchia e Oulx. Scriveva Valsusa Oggi che le motivazioni erano legate a «problemi di sicurezza legate alla presenza dei profughi in Valsusa. Questa chiusura ha lo scopo di impedire i bivacchi di giorno e di notte dei migranti in viaggio per la Francia, o respinti dalla Gendarmeria al confine e riportati in Italia».

Dopo un colloquio con il Prefetto tuttavia ad inizio dicembre le sale d’attesa sono state riaperte.

Il comunicato stampa di Trenitalia

Sempre ad inizio dicembre l’ONG Rainbow4Africa ha annunciato l’inizio della #MissioneFreedomMountainin Val Susa.


«In accordo con i sindaci della valle, le forze dell’ordine, la prefettura e i volontari già presenti Rainbow4Africa attiverà un presidio sanitario notturno presso la sede del Soccorso Alpino di Bardonecchia».