Un Giorno Una Parola – Sabato 20 aprile 2019
Radio Beckwith evangelica

Dio onnipotente, che ci hai riscattato dalla schiavitù del mondo mediante tuo figlio Gesù Cristo, ti ringraziamo. Donaci di riconoscerti come nostro liberatore e di affidarci completamente a te.

Giovanni Calvino

I testi

Ascolta, Israele: Il SIGNORE, il nostro Dio, è l’unico SIGNORE.

Deuteronomio 6,4

Questa è la vita eterna: che conoscano te, il solo vero Dio, e colui che tu hai mandato, Gesù Cristo.

Giovanni 17,3

57 Fattosi sera, venne un uomo ricco di Arimatea, chiamato Giuseppe, il quale era diventato anche lui discepolo di Gesù. 58 Questi, presentatosi a Pilato, chiese il corpo di Gesù. Allora Pilato comandò che il corpo gli fosse dato. 59 Giuseppe prese il corpo, lo avvolse in un lenzuolo pulito, 60 e lo depose nella propria tomba nuova, che aveva fatto scavare nella roccia. Poi, dopo aver rotolato una grande pietra contro l’apertura del sepolcro, se ne andò. 61 Maria Maddalena e l’altra Maria erano lì, sedute di fronte al sepolcro.62 L’indomani, che era il giorno successivo alla Preparazione, i capi dei sacerdoti e i farisei si riunirono da Pilato, dicendo: 63 «Signore, ci siamo ricordati che quel seduttore, mentre viveva ancora, disse: “Dopo tre giorni, risusciterò”. 64 Ordina dunque che il sepolcro sia sicuramente custodito fino al terzo giorno; perché i suoi discepoli non vengano a rubarlo e dicano al popolo: “È risuscitato dai morti”; così l’ultimo inganno sarebbe peggiore del primo». 65 Pilato disse loro: «Avete delle guardie. Andate, assicurate la sorveglianza come credete». 66 Ed essi andarono ad assicurare il sepolcro, sigillando la pietra e mettendovi la guardia

Matteo 27,57-66

Le letture di oggi sono a cura di Marco Poet ed Ombretta Arnoulet.

Ascolta

Foto di Ombretta Arnoulet