Un Giorno Una Parola – Domenica 15 settembre 2019
Radio Beckwith evangelica

Concedimi o Cristo, di baciare i tuoi piedi. Concedimi di abbracciare le tue mani, queste mani che mi hanno creato con la tua parola. Concedimi di essere colmo di queste grazie senza esserne sazio. Concedimi di vedere il tuo volto, o Verbo, e di gioire della tua bellezza indicibile.

Simeone il nuovo teologo

I testi

40 E il re risponderà loro: “In verità vi dico che in quanto lo avete fatto a uno di questi miei minimi fratelli, l’avete fatto a me”.

Matteo 25,40

1 Al direttore del coro. Di Davide, servo del SIGNORE, il quale rivolse al SIGNORE le parole di questo cantico, quando il SIGNORE lo liberò dalla mano di Saul. Egli disse:
«Io ti amo, o SIGNORE, mia forza!

Salmo 18,1

37 Ed ecco, una donna che era in quella città, una peccatrice, saputo che egli era a tavola in casa del fariseo, portò un vaso di alabastro pieno di olio profumato; 38 e, stando ai piedi di lui, di dietro, piangendo, cominciò a rigargli di lacrime i piedi; e li asciugava con i suoi capelli; e gli baciava e ribaciava i piedi e li ungeva con l’olio. 

Luca 7,37-38

31 Giunsero sua madre e i suoi fratelli; e, fermatisi fuori, lo mandarono a chiamare. 32 Una folla gli stava seduta intorno, quando gli fu detto: «Ecco tua madre, i tuoi fratelli e le tue sorelle là fuori che ti cercano». 33 Egli rispose loro: «Chi è mia madre e chi sono i miei fratelli?» 34 Girando lo sguardo su coloro che gli sedevano intorno, disse: «Ecco mia madre e i miei fratelli! 35 Chiunque avrà fatto la volontà di Dio, mi è fratello, sorella e madre».

Marco 3,31-35

Le letture di oggi sono a cura di Marta D’Auria e Luciano Lattanzi

Ascolta

Foto di Ombretta Arnoulet