Un giorno Una Parola – Lunedì 6 Gennaio 2020
Radio Beckwith evangelica

Mio Signore e mio salvatore mi sento al sicuro tra le tue braccia. Se tu mi custodisci non ho nulla da temere; ma se mi abbandoni non ho più nulla da sperare. Non so che cosa mi capiterà fino a quando morirò. No so niente del futuro ma faccio affidamento su di te. Ti prego di darmi ciò che è bene per me. Ti prego di togliermi tutto ciò che può porre in pericolo la mia salvezza.

John Henry Newman

I testi

27 Perché dici tu, Giacobbe,
e perché parli così, Israele:
«La mia via è occulta al SIGNORE
e al mio diritto non bada il mio Dio?»

Isaia 40,27

19 Tuttavia il solido fondamento di Dio rimane fermo, portando questo sigillo: «Il Signore conosce quelli che sono suoi», e «Si ritragga dall’iniquità chiunque pronuncia il nome del Signore».

2Timoteo 2,19

1 Per questo motivo io, Paolo, il prigioniero di Cristo Gesù per voi stranieri… 2 Senza dubbio avete udito parlare della dispensazione della grazia di Dio affidatami per voi; 3 come per rivelazione mi è stato fatto conoscere il mistero, di cui più sopra vi ho scritto in poche parole; 4 leggendole, potrete capire la conoscenza che io ho del mistero di Cristo. 5 Nelle altre epoche non fu concesso ai figli degli uomini di conoscere questo mistero, così come ora, per mezzo dello Spirito, è stato rivelato ai santi apostoli e profeti di lui; 6 vale a dire che gli stranieri sono eredi con noi, membra con noi di un medesimo corpo e con noi partecipi della promessa fatta in Cristo Gesù mediante il vangelo, 7 di cui io sono diventato servitore secondo il dono della grazia di Dio a me concessa in virtù della sua potenza.

Efesini 3,1-7

Le letture di oggi sono a cura di Emanuele Debettini e Monique Messina

Ascolta

Foto di Ombretta Arnoulet