Un giorno Una Parola – Mercoledì 26 Febbraio 2020
Radio Beckwith evangelica

Il mio partimonio, il tuo patrimonio, i nostri soldi; i miei i tuoi, i miei, i tuoi… Un solo universo molle, sordido e chiuso nel quale ci si va a barricare. E’ finito il tempo di amare. Ma quando mai cominceremo ad essere cristiani?

Raoul Follereau

I testi

5 Sia ferma la mia condotta
nell’osservanza dei tuoi statuti!

Salmi 119,5

51 Poi, mentre si avvicinava il tempo in cui sarebbe stato tolto dal mondo, Gesù si mise risolutamente in cammino per andare a Gerusalemme.

Luca 9,51

27 Perciò, chiunque mangerà il pane o berrà dal calice del Signore indegnamente, sarà colpevole verso il corpo e il sangue del Signore. 28 Ora ciascuno esamini se stesso, e così mangi del pane e beva dal calice; 29 poiché chi mangia e beve, mangia e beve un giudizio contro se stesso, se non discerne il corpo del Signore.
30 Per questo motivo molti fra voi sono infermi e malati, e parecchi muoiono. 31 Ora, se esaminassimo noi stessi, non saremmo giudicati; 32 ma quando siamo giudicati, siamo corretti dal Signore, per non essere condannati con il mondo. 33 Dunque, fratelli miei, quando vi riunite per mangiare, aspettatevi gli uni gli altri. 34 Se qualcuno ha fame, mangi a casa, perché non vi riuniate per attirare su di voi un giudizio.
Quanto alle altre cose, le regolerò quando verrò.

1Corinzi 11,27-34

Le letture di oggi sono a cura di Nicola Tedoldi e Ombretta Arnoulet

Ascolta

Foto di Ombretta Arnoulet