Il 17 novembre 2023 il governo guidato da Giorgia Meloni ha approvato un pacchetto di nuove norme relative alla sicurezza, o almeno così viene presentato. Fin da subito infatti sono state sollevate obiezioni su alcune proposte, come la possibilità per le forze dell’ordine di acquistare un’arma aggiuntiva senza bisogno di licenza specifica, oppure alcune misure che sembrano voler prendere di mira alcune categorie specifiche, come i rom, sull’onda di fenomeni mediatici enormemente ingranditi.

Ne parliamo nel dettaglio con il giornalista Leonardo Bianchi, che ci aiuta a raccontare i punti salienti del decreto e la loro distanza con i dati e le necessità più impellenti, come ad esempio il femminicidio, un reato che mostra cifre costanti mentre tutti gli indicatori stanno scendendo costantemente da decenni.