Afganistan, missione non compiuta
Radio Beckwith evangelica

Con il rifinanziamento delle missioni all’estero per il 2018 l’Italia ha deciso di ridurre la propria presenza in Afghanistan da 900 a 700 soldati. È il segno di una situazione che si sta risolvendo? Decisamente no, secondo chi conosce il territorio.

Christian Elia, direttore di Qcode Magazine, segue da anni gli sviluppi della guerra e i danni provocati alle persone e al tessuto sociale del Paese. Insieme a Emergency ha realizzato il webdoc “Storia di una pallottola”, nel quale si ripercorre la strada compiuta dalle armi con cui si è riempito l’Afghanistan dall’invasione del 2001 in poi.