Cominciamo Bene – 17 marzo 2022
Radio Beckwith evangelica

In primo piano

La FCEI per i rifugiati ucraini La Federazione delle Chiese Evangeliche in Italia ha avviato una missione esplorativa in Polonia, vicino al confine con l’Ucraina, per organizzare un progetto di accoglienza di cittadini e famiglie in fuga. Ne abbiamo parlato con Marta Bernardini, che ha spiegato l’approccio della FCEI in questa crisi umanitaria e le intenzioni pratiche, oltre a portare le notizie degli operatori sul posto.

Esteri

L’avanzata russa nelle città ucraine prosegue, mentre da Kyiv sembra essere partita una controffensiva. Intanto, si alza sempre più il bilancio dei civili colpiti dai bombardamenti. Secondo diverse fonti i negoziati avrebbero fatto progressi: nodo centrale, la neutralità dell’Ucraina. Il presidente ucraino Zelensky ha tenuto un discorso molto emotivo al Congresso Usa, chiedendo l’invio di più armi e una no-fly zone sul suo Paese. Il procuratore della Corte penale internazionale Khan è giunto in Ucraina, mentre la Corte internazionale di giustizia dell’Onu ha ordinato alla Russia di fermare l’invasione. Il presidente russo Putin ha spiegato che l’obiettivo non è l’occupazione dell’Ucraina e che le operazioni si stanno svolgendo secondo i piani. Secondo alcuni studi, in Ucraina si potrebbe assistere a una rapida diffusione di infezioni come Covid-19, AIDS e tubercolosi. L’Oms intanto lancia l’allarme sulla nuova crescita a livello globale dei casi di Covid.

Interni

Secondo i dati del ministero dell’Interno sono quasi 50mila i rifugiati ucraini giunti in Italia, di cui circa 19mila minori. Ieri è stato approvato un ordine del giorno per l’aumento delle spese militari al 2% del PIL. Il ministro degli Esteri Di Maio ha annunciato che chiederà un tetto massimo europeo al costo del gas: oggi dovrebbe arrivare il “decreto taglia-prezzi”. Oggi il Consiglio dei ministri dovrebbe definire un cronoprogramma di uscita dallo stato di emergenza, che non verrà quindi rinnovato. I dati sulla diffusione della pandemia in Italia mostrano però una crescita dei dati positivi e dei ricoveri a livello giornaliero. Un jet militare si è schiantato sulla cima più alta della provincia di Lecco: salvo uno dei due piloti.

Foto via Pixabay