Cominciamo Bene, la rassegna stampa ragionata di lunedì 11 maggio 2020
Radio Beckwith evangelica

In primo piano

Continua la ricerca di una cura contro il Covid-19, in particolare quella relativa all’uso del plasma. In Cina è stata molto usata la medicina tradizionale, addirittura con l’appoggio delle autorità.

Mondo

 Nel mondo si contano quattro milioni e 90 mila contagi da coronavirus in 177 Paesi, quasi 281 mila persone sono morte.
A Seul si è registrata un’impennata di casi in un quartiere di locali notturni e ciò ha imposto un dietrofront sulle misure di distanziamento sociale. La Cina fa i conti con una nuova concentrazione di casi nella provincia nord-orientale di Jilin.
Da questa settimana diversi Paesi europei si avviano a un’uscita graduale dal confinamento per il coronavirus.
Nel Regno Unito,  Boris Johnson ha annunciato un piano in tre fasi per ripartire. Dalla raccomandazione a “stare a casa” Johnson è passato allo “stare in allerta”. Il cambio di tono non è piaciuto ai governi locali. Galles, Scozia e Irlanda del Nord annunciano di voler mantenere indicazioni più restrittive.
In Francia dopo due mesi le scuole iniziano a riaprire, lasciando alle famiglie la scelta sulla presenza in classe.
 La Spagna avvia oggi un allentamento delle restrizioni per circa metà della popolazione, ma non nelle grandi città.
In Germania l’indice di contagio diffuso dall’Istituto Koch è risalito all’1,1, rendendo necessario “osservarne lo sviluppo con molta attenzione”.
 In Russia ieri si è avuto l’incremento massimo di casi nelle 24 ore, con 11 mila nuove infezioni, per un totale di 210 mila contagi e 1900 vittime. Ma per l’Oms la situazione “si sta stabilizzando”.
 25.000 i nuovi casi di coronavirus negli Stati Uniti, per un totale di oltre 1,3 milioni secondo il bilancio della John Hopkins. La Casa Bianca ha avviato contatti informali con il Congresso per valutare nuove misure di stimolo per l’economia.
Intanto,  l’Iran si dichiara pronto a uno scambio di detenuti con gli Usa “senza precondizioni”. Entrambi i Paesi lo avevano richiesto per garantire la salute dei propri connazionali.

Italia

In Italia il numero di nuovi contagi (802) e di vittime (165) ieri è sceso ai livelli d’inizio marzo. Per 28 giorni di fila sono calati i ricoveri in terapia intensiva. La situazione migliora anche in Lombardia.
 Il tavolo Regioni – governo, che si riunisce oggi, dovrebbe arrivare a un calendario di riaperture differenziate a seconda del territorio, a partire dal 18 maggio.
Arrivano le regole per le spiagge e per gli spostamenti in vacanza.
otrebbe arrivare oggi sul tavolo del governo il decreto rilancio, una manovra da 55 miliardi con aiuti a famiglie e imprese.
Silvia Romano è atterrata ieri a Ciampino, dove la aspettavano i famigliari, il presidente del Consiglio Giuseppe Conte e il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio. “Sto bene”, ha detto, prima di essere ascoltata dal pm Sergio Colaiocco sul rapimento durato 18 mesi.

Ascolta la puntata

Foto via Flickr