La chiesa valdese di Torre Pellice propone l’iniziativa “Ai piedi della croce” in questo tempo della Passione che ci avvicina alla Pasqua.
L’invito a portare davanti a Dio, in preghiera, le nostre preoccupazioni, i nostri ringraziamenti, le paure e le speranze, ma anche le lamentele e le grida di dolore o di rabbia.

Spiega Karola Stobäus, diacona della chiesa valdese di Torre Pellice «Abbiamo piantato una grande croce di legno nel prato davanti al tempio in via Beckwith, con una cassetta della posta ai piedi della croce e un’altra cassetta in cui si possono trovare foglietti di carta, penne e pennarelli. Scrivete ciò che avete nel cuore su un foglietto, lasciatelo nella cassetta, deponetelo con fiducia, “ai piedi della croce”, davanti a Dio. Saranno letti e condivisi durante il culto, diventando così la preghiera di tutta la comunità».

Chi non potesse o non volesse recarsi fisicamente al tempio, potrà lasciare il suoscritto, anche utilizzando il seguente link: http://tiny.cc/aipiedidellacroce

Ascolta l’intervista