Presentiamo il libro “La notte più lunga. Emozioni ed esperienze delle donne e degli uomini dell’Ospedale Evangelico Betania”, della Fondazione Evangelica Betania di Napoli.

Il libro, edito dalla storica casa editrice napoletana “Guida Editori”, nasce dalla volontà di dare voce a tutti gli operatori sanitari dell’ospedale Betania che hanno, in questi anni complessi, lottato ed affrontato strenuamente il Covid-19.

La curatrice, Mariagiuseppina Borrelli, vincitrice della borsa di studio in onore di Sergio Nitti, racconta: “C’è stata una grande risposta da parte degli operatori sanitari. Abbiamo fatto interviste e raccolto tutte le testimonianze donate, che poi sono state trasformate in racconti personali, in prima persona. Sono 41 le testimonianze pubblicate nel libro, alcune anche di gruppo, legate a reparti che hanno vissuto intensamente l’esperienza della pandemia da Covid 19 come squadra e così hanno voluto raccontarla. Certo non è stato semplice per tutti parlarne, perché alcuni hanno vissuto esperienze molto dolorose in prima persona“.

Emanuela Riccio, responsabile dei progetti della Fondazione, sottolinea che uno degli obiettivi del libro era proprio quello di “porre una pietra a memoria dell’esperienza particolarmente drammatica vissuta dall’ospedale Betania. L’ospedale è fortemente radicato nel suo territorio, che è ancora uno dei più poveri d’Italia. Oltre alle presentazioni che stiamo organizzando nella zona della città metropolitana, avremo poi modo di avere anche delle occasioni di incontro nelle nostre chiese evangeliche fondatrici“.

Il libro “La notte più lunga” è distribuito su tutto il territorio nazionale.
Informazioni sul sito dell’Ospedale Betania.

Presentazione del libro “La notte più lunga”