Bicentenario di Louis Appia e Rescriptum di Bergamo
Radio Beckwith evangelica

Nella prima parte della puntata sarà ospite Francesca Tasca, del Centro culturale Protestante di Bergamo.

Ci parlerà del convegno che si organizza sui valdesi medioevali, a 800 anni dal colloquio di Bergamo. L’incontro, avvenuto appunto nel maggio del 1218, volle essere un possibile incontro d’intenti, oltre che di persone.
Due gruppi di “poveri”, gli Ultramontani valdesi e gli italici lombardi, uniti dalla base comune dell’esperienza religiosa di Valdo di Lione, si incontrarono nel tentativo di conciliare differenti tendenze e posizioni. Non ci riuscirono, ma il loro incontro fu documentato da inquisitori dell’epoca. Possiamo quindi leggere, ai giorni nostri, Il Rescriptum, prezioso documento che riporta il resoconto di tale incontro, quasi fosse un verbale dell’epoca.
Ottocento anni dopo il Centro Culturale Protestante organizza un convegno che si propone di fornire informazioni non solo sui contenuti del Colloquio del 1218, ma anche sul contesto storico religioso, politico, sociale del periodo.

Nella seconda parte del programma è nostra ospite Gabriella Ballesio, di ritorno da un convegno che si è svolto a Ginevra dedicato a Louis Appia. Dottore, membro di una famiglia italiana legata alla chiesa valdese (suo fratello sarà pastore anche a Pinerolo) è ritenuto uno dei fondatori della Croce Rossa. Molto attivo, innovatore di metodi di gestione dei feriti sul campo di guerra, tra cui anche un particolare modello di barella. Unisce al suo operato medico anche una profonda coscienza di umanità e rispetto della vita. Il soccorso dei feriti secondo lui deve superare barriere politiche, schieramenti o posizioni.
Nel bicentenario della sua nascita è stato ricordato a Ginevra e Hanau con importanti eventi: mostra, convegno, rappresentazione teatrale, pubblicazioni, targa commemorativa, passeggiate storiche.

Podcast della puntata

Diretta dell’intervista con Gabriella Ballesio