Cominciamo Bene, la rassegna stampa ragionata di mercoledì 22 aprile 2020
Radio Beckwith evangelica

In primo piano

Il Consiglio europeo di domani potrebbe dare l’ok alla proposta sul Recovery Fund. Conte ha spiegato che la “proposta italiana prevede un fondo gestito dalla Commissione, con le garanzie del budget europeo e di tutti i Paesi membri”. C’è invece cautela sul Mes, e l’ultima parola spetterà al Parlamento.

Continuano intanto a crollare i prezzi del petrolio, e le borse asiatiche risentono dei dati negativi di Wall Street.

Esteri

I decessi nel mondo per coronavirus arrivano a quota 170.418, mentre le persone contagiate hanno superato i 2,5 milioni. La Gran Bretagna sembra ancora lontana dalla fase discendente dell’epidemia: domani scatteranno i primi test sperimentali sull’uomo per il vaccino contro il coronavirus. . La Francia ha chiesto pubblicamente a Apple e Google di rimuovere alcune protezioni della privacy per tracciare gli utenti nell’ambito della prevenzione per il coronavirus. Il Senato statunitense ha approvato un disegno di legge da 500 miliardi di dollari, la Camera dovrebbe dare l’ok entro questa settimana. Il Presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha proposto un divieto di immigrazione negli Usa per 60 giorni per coloro che richiedono la “green card”.

Intanto, la Corte Suprema dei Paesi Bassi ha stabilito che i medici del Paese potranno eseguire l’eutanasia sui pazienti affetti da demenza che avevano dato precedentemente il loro consenso alla procedura.

Secondo gli studi di un team internazionale di ricercatori il Mar Glaciale Artico potrebbe ritrovarsi del tutto libero dai ghiacci in estate anche prima del 2050

Interni

Sono 107.709 le persone attualmente positive al coronavirus in Italia, mentre sono salite a 24.648 le vittime. L’Italia ripartirà in modo progressivo, ma con misure omogenee su tutto il territorio nazionale. Il distanziamento sociale, con l’utilizzo di mascherine, resterà in vigore fino a quando non sarà disponibile un vaccino, ha dichiarato Giuseppe Conte: la task force di esperti guidata da Vittorio Colao ha consegnato ieri sera al premier il documento con le linee guida per la cosiddetta “fase 2”. La app di contact tracing Immuni non sarà obbligatoria, non ci saranno limitazioni nei movimenti per chi non vorrà scaricarla. Al Ministero dell’Università e Istruzione si lavora all’esame di Maturità con l’obiettivo di svolgere la prova orale dal vivo. L’Ufficio parlamentare di bilancio prevede un crollo “di dimensioni eccezionali” del Pil italiano nei primi due trimestri del 2020. Emergono i primi grandi problemi per l’agricoltura italiana. Il governo ha rinviato tutte le elezioni regionali e amministrative.

Ascolta la puntata

Foto via Flickr