Cominciamo bene, la rassegna stampa ragionata di lunedì 18 maggio 2020
Radio Beckwith evangelica

In primo piano

Inizia oggi l’assemblea mondiale dell’Oms, la prima in videoconferenza dalla fondazione dell’Organizzazione nel 1948. Al di là dell’emergenza sanitaria legata alla pandemia, sarà inevitabilmente segnata dalle tensioni fra Stati Uniti e Cina e dalla questione Taiwan.
In Italia a due settimane dall’avvio della fase 2 non si registra una nuova crescita dei contagi, ma il report settimanale mette sotto osservazione Lombardia, Umbria e Molise.
Sviluppare un vaccino che funzioni è solo il primo passo di un cammino molto complicato. Bisognerà produrlo in quantità sufficiente, distribuirlo alla popolazione, far sì che nessuno rimanga indietro.

Mondo

Il Regno Unito registra il numero di morti più basso (170) dall’inizio del lockdown: più del 20% tra i pazienti ospedalieri in Inghilterra ha contratto il coronavirus mentre ricoverato per un’altra malattia. Il premier Boris Johnson, pur sottolineando che “un vaccino potrebbe non arrivare mai”, ha annunciato un investimento da 93 milioni di sterline per aprire un centro per la produzione di vaccini. Per quanto riguarda il capitolo Brexit, il Regno Unito pubblicherà in settimana la bozza di un accordo per delineare le più importanti differenze tra le posizioni britannica ed europea.
Continuano a diminuire i decessi in Spagna, 87 nell’ultimo giorno.
 Con 9.707 casi di infezione in più nelle ultime 24 ore, la Russia è il secondo Paese al mondo per numero di contagiati. Negli Usa sono oltre 89.000 le persone morte per coronavirus.
Secondo il presidente della Federal Reserve, Jerome Powell, è ragionevole pensare che l’economia americana non si riprenderà completamente prima della fine del 2021, uno scenario che dipenderà anche dalla disponibilità di un vaccino. Domani il numero uno della Fed e il segretario del Tesoro, Steven Mnuchin, verranno ascoltati dal Congresso sugli effetti delle misure per contrastare le conseguenze economiche dell’epidemia di coronavirus.
 In Brasile cresce il numero di morti e di infetti. Il Paese è ora il quarto al mondo per numero di contagi.
 Centinaia di villaggi nel nord-est della Cina sono stati sottoposti a misure di isolamento dopo un nuovo aumento dei contagi.

Italia

Il premier Giuseppe Conte ha firmato il testo del decreto che contiene le regole per la Fase 2 definite in accordo con le regioni.
Secondo Confcommercio, sono 824.255 le attività commerciali e i servizi che potranno aprire da oggi. Riapriranno solo sette bar e ristoranti su dieci, pari a 196 mila esercizi. Nel settore del commercio sono ancora chiuse 240.596 imprese su 433 mila totali.
Il ministro dell’Innovazione, Paola Pisano, rivendica la scelta della app di tracciamento e assicura: “Sarà pronta entro maggio”.
 Secondo gli ultimi dati diffusi ieri le infezioni attualmente in corso in Italia sono 68.351. Il numero dei decessi, 145, rappresenta il valore più basso dal 9 marzo, e diminuiscono i pazienti ricoverati in terapia intensiva.
È slittata la pubblicazione in Gazzetta ufficiale del decreto Rilancio. In giornata dovrebbe arrivare la bollinatura della Ragioneria dello Stato, poi il testo passerà al Quirinale per la firma del presidente della Repubblica.
Viene lanciato oggi il nuovo Btp Italia che contribuirà “alla copertura delle spese relative all’emergenza Covid-19” e dei provvedimenti per la ripresa economica dell’Italia.
Mercoledì il Senato discute e vota la mozione di sfiducia nei confronti del ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede.
“Le discriminazioni basate sull’orientamento sessuale ledono i diritti umani”, ha detto il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in occasione della giornata mondiale contro l’omofobia, la transfobia e la bifobia.

Ascolta la puntata

Foto via Flickr