Cominciamo Bene, la rassegna stampa di martedì 19 maggio 2020
Radio Beckwith evangelica

In primo piano

Il documento proposto dall’Assemblea dell’Oms punta sull’accesso equo ai vaccini e una valutazione indipendente sulla risposta al Covid-19. Il presidente cinese Xi Jinping, che ha messo sul tavolo due miliardi in due anni per aiutare gli altri Paesi a far fronte all’impatto della pandemia, ha detto di condividere tale richiesta, ma solo una volta che la pandemia sarà stata contenuta. Intanto, la Casa Bianca è tornata a puntare il tiro contro l’Oms, accusata di aver “fallito clamorosamente nel fornire le informazioni sulla pandemia: un fallimento costato molte vite umane”.
L’azienda farmaceutica Moderna ha annunciato che i primi otto pazienti sottoposti a trial di sicurezza del vaccino contro il Covid-19 hanno sviluppato gli anticorpi. Se i test, che proseguiranno su scala più vasta a partire da luglio, confermeranno gli esiti positivi, un vaccino potrebbe essere disponibile sin da gennaio. Gli Stati Uniti però vorrebbero infatti dissociarsi dalla risoluzione dell’Oms che permetterà ai Paesi più poveri di scavalcare i brevetti delle aziende farmaceutiche per accedere alle cure o al vaccino.

Mondo

La cancelliera tedesca Angela Merkel e il presidente francese Emmanuel Macron hanno lanciato insieme una proposta per dar corpo al Recovery Fund europeo in corso di negoziazione. Il piano è stato accolto con favore dalla Spagna e dall’Italia, che difende il principio del “frontloading” per anticipare i trasferimenti, pur auspicando un budget ancor più consistente.
Nuovi focolai in Cina minacciano le riaperture, in particolare in alcune regioni del Paese.
In Brasile, il sindaco di San Paolo ha avvertito che il sistema sanitario della città è sull’orlo del collasso, ma il presidente Jair Bolsonaro è tornato a scendere in piazza al fianco di manifestanti anti-lockdown.
Il presidente statunitense Trump annuncia che da dieci giorni assume idrossiclorochina per prevenire il contagio da coronavirus.

Italia

Concluse le prime due settimane dall’inizio della Fase 2, i dati epidemiologici si confermano confortanti: per la prima volta da marzo le nuove vittime da Coronavirus sono scese ieri in doppia cifra, a 99, di cui 24 in Lombardia.
Con la riapertura della maggior parte delle attività commerciali in Italia, segnali di fiducia arrivano dai risparmiatori: nel primo giorno di collocamento, il Btp Italia anti-Covid del Tesoro ha raccolto una domanda superiore a 4 miliardi di euro.
Al via i centri estivi dal 15 giugno: si organizzeranno per piccoli gruppi e ingressi scaglionati.
Intanto, il presidente del Consiglio Giueppe Conte riferirà giovedì alle Camere sul decreto riapertura, mentre domani al Senato sarà discussa invece la mozione di sfiducia contro il ministro della Giustizia Alfonso Bonafede.
La richiesta di un prestito per 6,3 miliardi di euro garantita dallo Stato italiano da parte del gruppo accende il dibattito, anche nella maggioranza.

Ascolta la puntata

Foto via Flickr