Cominciamo Bene, la rassegna stampa ragionata di martedì 16 giugno 2020
Radio Beckwith evangelica

In primo piano

Forse c’è un errore in uno studio dell’Oms sulla distanza da tenere per evitare il coronavirus. Un altro studio sul coronavirus, commissionato dall’Oms e pubblicato su Lancet, è destinato a far discutere: tra gli esperti c’è chi lo giudica inaffidabile e avverte che non costituisce una prova valida per ridurre il distanziamento sociale per prevenire la trasmissione di Covid-19.
È morta suicida l’attivista egiziana per i diritti Lgbt Sarah Hijazi, 30 anni, arrestata nell’ottobre del 2017 durante un concerto al Cairo per aver sventolato una bandiera arcobaleno. Torturata in carcere in Egitto, era stata rilasciata un anno fa e da allora viveva in esilio in Canada.
a giornalista filippina Maria Ressa, una delle più acerrime critiche del presidente Rodrigo Duterte, è stata condannata per diffamazione via internet in un caso denunciato dalle organizzazioni per i diritti umani come un esempio di persecuzione politica e che potrebbe costare alla reporter fino a sei anni di carcere.

Mondo

Altre dieci aree residenziali sono state messe in quarantena a Pechino. La città ha registrato 100 nuovi casi di coronavirus nelle ultime 24 ore.
Il governatore di New York, Andrew Cuomo, minaccia di chiudere nuovamente Manhattan e gli Hamptons dopo le migliaia di denunce presentate per il mancato rispetto delle regole per la prevenzione dopo la riapertura.
Donald Trump dovrebbe firmare oggi un ordine esecutivo per migliorare le pratiche adottate dalle forze di polizia.
La Corte Suprema degli Stati Uniti ha stabilito che nessuna persona può essere licenziata sulla base del proprio orientamento sessuale.
Potrebbe esserci un’accelerazione nelle trattative tra Unione Europea e Gran Bretagna.

Italia

Cala ancora il dato giornaliero dei contagi da coronavirus in Italia, con un incremento di 303 casi rispetto a domenica.
Secondo uno studio dell’Istituto superiore di sanità l’età media dei deceduti positivi a Covid-19 è andata progressivamente crescendo dai 79,8 anni di marzo agli 82,5 di giugno.
Ci sarebbero i primi due indagati nell’inchiesta per la mancata chiusura dell’ospedale di Alzano.
Il governo ha approvato un decreto legge sugli ammortizzatori sociali che proroga di 4 settimane il periodo di cassa integrazione di 14 settimane già concesso alle imprese. Per i sindacati l’estensione della cassa integrazione è solo un “primo risultato”.
Durante la giornata di ieri degli Stati generali c’è stata anche la presentazione del piano di rilancio messo a punto dalla task force guidata da Vittorio Colao.
L’Istat ha analizzato le prospettive delle aziende dopo l’emergenza Covid-19: il 57% delle imprese che ha chiesto liquidità aspetta ancora una risposta, oltre la metà prevede difficoltà per far fronte alle spese che si presenteranno fino alla fine del 2020, il 70% avrebbe fatto ricorso alla cassa integrazione.
Secondo il quotidiano spagnolo Abc nel 2010 Nicolás Maduro avrebbe finanziato il M5s con 3,5 milioni di euro. L’attuale presidente del Venezuela avrebbe spedito una valigetta con i soldi a Gianroberto Casaleggio attraverso il consolato venezuelano a Milano. “Fake news ridicola. Valuteremo se adire le vie legali”, minaccia il capo politico del Movimento 5 Stelle Vito Crimi.

Ascolta la puntata

Foto via Flickr