Cominciamo Bene, la rassegna stampa ragionata di lunedì 7 settembre 2020
Radio Beckwith evangelica

In primo piano

Domenica di proteste a Hong Kong, nel giorno in cui avrebbero dovuto tenersi le elezioni, posticipate di un anno per l’emergenza coronavirus. La polizia ha arrestato quasi 300 persone, accusate di aver violato i divieti di assembramento e per altri reati previsti dalla nuova legge sulla sicurezza nazionale.
I negoziati post Brexit ripartono domani per un ottavo round sul cui esito il capo negoziatore europeo Michel Barnier non si mostra ottimista. L’omologo britannico, David Frost, ha detto che Londra non teme la prospettiva di un no deal.

Mondo

Nuovo picco di contagi in India, con 90mila nuovi positivi. Nel mondo i casi totali si avvicinano a 27 milioni, con quasi 881mila morti. L’Australia ha prorogato la chiusura dell’intero Stato di Victoria fino al 28 settembre. In Corea del Sud invece le restrizioni hanno fatto diminuire i contagi ai minimi da tre settimane.
In Europa preoccupano la Francia e la Spagna. Il governo francese ha collocato altri 7 dipartimenti nella zona rossa portando a 28 il numero delle aree in cui si possono adottare misure più restrittive contro il virus. In Russia si registrano circa 5000 casi al giorno, mentre il Regno Unito è tornato vicino ai 3000.
Decine di migliaia di persone sono tornate in piazza in Bielorussia per chiedere le dimissioni del presidente, Alexander Lukashenko, a un mese dal contestato esito delle elezioni.
La Germania ha deciso di incrementare la pressione sulla Russia per il caso Navalny.
Serbia e Kosovo, dopo un accordo con gli Stati Uniti, sposteranno le proprie ambasciate in Israele da Tel Aviv a Gerusalemme.
Il presidente deposto del Mali, Ibrahim Boubacar Keïta, ha lasciato il Paese per sottoporsi a cure mediche ad Abu Dhabi mentre iniziano i negoziati per un nuovo governo dopo il colpo di stato del 18 agosto.
A Portland le manifestazioni antirazziste nel fine settimana del Labor Day sono degenerate in scontri fra opposte fazioni e con le forze dell’ordine.
L’amministrazione Trump valuta di inserire il maggior produttore cinese di semiconduttori, Smic, nella lista nera del dipartimento del Commercio che vieta le esportazioni alle società americane.

Italia

È calato il numero di nuovi contagi, 1.297, e di vittime, 7, ma il rapporto tra tamponi e positivi è salito dall’1,58% di sabato all’1,68 di domenica.
Entra in vigore oggi il nuovo decreto della presidenza del Consiglio dei ministri per limitare l’epidemia di coronavirus: valido fino al 30 settembre, rinnova le misure di distanziamento, la chiusura delle discoteche e le restrizioni di viaggio.
Oggi riprende la scuola in Alto Adige e in alcuni istituti del Nord Italia. Ancora irrisolto il nodo delle cattedre: sarebbero oltre 60mila quelle ancora da assegnare.
Secondo il ministro della Salute, Roberto Speranza, se la sperimentazione del vaccino andasse come previsto, in Italia le prime dosi potrebbero arrivare già a fine 2020.
Il cda di Atlantia è fissato per giovedì, in quella che la ministra delle Infrastrutture, Paola De Micheli, ha definito una “settimana chiave” sia per Autostrade sia per Alitalia.

Ascolta la puntata

Foto via Flickr