Fine Pena Ora in scena a Pinerolo, Salvatore D'Onofrio è l'attore protagonista

Mercoledì 13 marzo alle 21 il Teatro Sociale ospita lo spettacolo tratto dall’omonimo romanzo del magistrato pinerolese Elvio Fassone

La storia epistolare del magistrato Elvio Fassone e dell’ergastolano Salvatore in scena dal libro al teatro: mercoledì 13 marzo a Pinerolo torna Fine Pena Ora, spettacolo diretto da Simone Schinocca della stagione teatrale 2023-2024 organizzato dal comune con la Fondazione Piemonte dal Vivo. Dopo il tutto esaurito dello scorso anno al Teatro Incontro, il palco del Sociale ospita la vicenda raccontata dallo stesso Fassone nel suo romanzo pubblicato da Sellerio.

“Lo spettacolo è nato da una lunga intervista in cui Elvio Fassone mi raccontò cosa accadde oltre la storia narrata del libro”, ha svelato Schinocca in diretta a Café Bleu. “A un certo punto della nostra chiacchierata Fassone mi disse che Salvatore avrebbe avuto l’ennesima udienza per valutare la sua semilibertà; gli chiesi come poteva essere la notte prima di quella udienza del genere, secondo lui, per Salvatore. L’ex magistrato mi rispose che sarebbe stata una notte insonne in cui tutti i demoni del suo passato sarebbero venuti a chiedergli il conto. Da lì, in me, scattò l’incipit dello spettacolo. Con gli interpreti in scena rappresentiamo la notte prima di un’udienza in cui a Salvatore, nella sua cella, compaiono tutti i personaggi che hanno segnato gli ultimi quarant’anni della sua vita, la sua compagna Rosy e lo stesso magistrato Fassone”.
Schinocca ha poi concluso, “Mi sono innamorato di questa storia incredibile perché due punti lontani anni luce si incontrano in uno spazio di vita. Due uomini che non hanno nulla in comune trovano qualcosa che li lega lettera dopo lettera”. Tra le altre cose, nel podcast qui sotto Schinocca ricorda il momento in cui, prima di una replica, grazie al teatro dopo 38 anni avvenne l’incontro tra Fassone e Salvatore.

Ascolta l’intervista trasmessa su RBE: Fine Pena ora dal libro al teatro

Lo spettacolo di mercoledì 13 marzo al Teatro Sociale avrà inizio alle 21. La sera dopo la pièce sarà in scena al Teatro Alfieri di Asti e il 21 marzo a Novi Ligure.