Nella giornata di oggi la riforma del Codice antimafia arriva nell’aula del Senato, dopo che alla Camera era stato approvato in prima lettura nel novembre del 2015. Si tratta di un provvedimento che, dopo il primo passaggio parlamentare, era rimasto in commissione Giustizia al Senato fino al 27 aprile 2017, senza però uscirne con la certezza dell’approvazione. Ne parliamo con Alberto Vannucci, docente di Scienza Politica all’università di Pisa e coordinatore del master in analisi, prevenzione e contrasto della criminalità organizzata e della corruzione.