Il lavoro in Piemonte nel 2017. L’intervista all’assessora regionale Gianna Pentenero
Radio Beckwith evangelica

Abbiamo intervistato l’assessora Gianna Pentenero per fare il bilancio del lavoro nel 2017 in Piemonte. Un anno ancora segnato da situazioni difficili come vi abbiamo documentato, con le situazioni delle fabbriche Ex Pmt a Pinerolo, Comital a Volpiano e Embraco a Riva di Chieri che hanno passato e stanno passando momenti difficili.

Il Piemonte è stata la regione del Nord maggiormente colpita dalla crisi. Tra il 2009 e il 2015 ha interessato oltre 2.000 imprese e 53mila lavoratori del settore industriale in procedure di licenziamento collettivo. La disoccupazione ha toccato il suo picco nel 2014, con 225 mila disoccupati. Poi, si è ridotta gradualmente ed è arrivata a 180 mila disoccupati nel primi nove mesi del 2017. Contestualmente, sul fronte dell’occupazione, invece, dopo il minimo del 2013, i livelli sono tornati progressivamente a crescere, pur senza recuperare i livelli pre-crisi. «Tra gli effetti di quest’ultima, si riscontra l’uscita di manodopera a bassa qualifica, con età media sopra i 50 anni, difficilmente riassorbibile. I disoccupati in questa fascia di età sono saliti dal 2008 al 2016 da 11.000 a 32.000 unità», ci ha spiegato l’assessora Pentenero.

Ascolta la puntata

 

Nell’ultima parte, siamo stati con Andrea Panero, del Centro Studi Piero Gobetti che ci ha parlato della prima edizione del Cooltura Festival organizzato al Polo del ‘900 a Torino. E’ stata una settimana, dal 11 al 16 dicembre, ricca di di attività, concerti e laboratori. Il tutto è stato fatto con i giovani torinesi sui temi dell’accoglienza, della cittadinanza e della programmazione di eventi aggregativi e culturali.

Foto in copertina: I lavoratori dell'Embraco di Riva di Chieri al presidio permanente davanti alla fabbrica. Rischiano il posto in 537