Sonno e sogni

Come godersi senza rimorsi quasi un terzo delle nostre giornate
31 marzo 2017

Nella Bibbia il sogno non è un tema di per sé, ma un elemento che ricorre spesso per portare dei messaggi.
Sognare è un esperienza comune che però ha sempre suscitato interesse e stupore come fosse qualcosa di straordinario ogni volta ed è presente sia nel Vecchio che nel Nuovo Testamento.
Ce ne parla il pastore Marcello Salvaggio.

30 marzo 2017

Riguardo il sonno e i sogni le scelte letterarie potevano essere moltissime. Rossella e Federica ne hanno selezionate quattro che affrontano il tema punti di vista differenti.
Ecco quali sono:

I sogni. Viaggio nella nostra realtà interiore
Stefan Klein
Ed. Bollati Boringhieri

Sogno di una notte di mezza estate
William Shakespeare
Ed. Mondadori

Vertigine
Julien Green
Ed. Nutrimenti

Una principessa per Mr.Koochi
Anahita Teymourian
Ed. Valentina

29 marzo 2017

Per chi fosse ancora scettico a riguardo, dormire è importante. Non solo dormire ma dormire sufficientemente e con una buona qualità del sonno. Abbiamo sicuramente sentito nominare la fase REM, ma si tratta di solo una delle diverse fasi che attraversiamo mentre dormiamo, o meglio, che dovremmo attraversare. Il condizionale indica che i disturbi del sonno sono molto comuni, partendo da difficoltà respiratorie fino ad arrivare a patologie come la narcolessia, passando per la semplice difficoltà di entrare nella fase di sonno profondo e non arrivare alla fase REM, quella in cui si sogna.

28 marzo 2017

Il cinema è un sogno di per se. Ogni storia e ogni immagine porta a un’altra realtà e a visioni esterne dell’interiorità di un autore.
Ma c’è un film in particolare che questa settimana Gianna Urizio, regista, ci consiglia: Sogni di Akira Kurosawa.
La pellicola è del 1990 ed è suddiviso in otto episodi, ognuno sembra parli di una parte della vita del regista giapponese.

27 marzo 2017

La più celebre immagine che si riferisce a sonno e sogni è probabilmente la celebre acquaforte e acquatinta di Francisco Goya, Il sonno della ragione genera mostri realizzata nel 1799.
Più indietro nel tempo c’è l’affresco realizzato da Piero della Francesca tra il 1458 e il 1466, Il sogno di Costantino, in cui un angelo appare all’imperatore annunciandogli l’imminente vittoria nella battaglia che avrebbe affrontato il giorno a venire. Vittoria che avrebbe sancito l’acquisizione del cristianesimo come religione dell’impero.
Una svolta nell’arte si ha in contemporanea con la rivoluzione della psicanalisi di Freud e quindi con il surrealismo, esempi sono i dipinti di
Salvador Dalì, Sogno causato dal volo di un’ape, e quello di Joan Miró, Il carnevale di Arlecchino. L’arte non vuole più rappresentare la natura ma l’interiorità dell’uomo, il regno dell’inconscio.